Frignano: Accuse pesanti in risposta a Mastroianni dalla Minoranza, per i Bonus? Hanno preferito fare da soli perché conveniva così

Art.. insert !
“alcuni  amministratori si sono recati personalmente a domicilio di alcuni cittadini  a consegnare i pacchi e i bonus alimentari invece di limitarsi al loro compito istituzionale che è solo di controllo”

La tua replica, caro consigliere Mastroianni, attesa per la verità non da te, ma dall’assessore ai servizi sociali è un tentativo puerile di arrampicarsi sugli specchi, di giustificare la correttezza del vostro operato, che equivale ad una condanna, “Escusatio non petita accusatio manifesta” frase che dovrebbe essere a te ben nota.

La richiesta di una formazione di una commissione ristretta fu indirizzata dai consiglieri di minoranza Lucio Santarpia, Luigi Sabatino, Lucia Maisto, Maria Rosaria Golia e dalla ex-consigliera di maggioranza Katia Magliulo sia al sindaco sia al segretario comunale, garante dell’attività amministrativa.

Quest’ultimo non era presente in servizio nel giorno in cui fu protocollata la nostra istanza (per la verità non c’era nessuno amministratore compreso il sindaco). Incaricato da noi il consigliere Santarpia telefonò al segretario comunale per informarlo della domanda presentata, precisando che per commissione ristretta intendevamo un gruppo di poche persone che potevano essere rappresentate, come umilmente ci permettemmo di suggerire, dal nostro capogruppo, da due componenti della maggioranza e da un rappresentante scelto dalle associazioni accreditate di volontariato o come meglio riteneva opportuno decidere il nostro sindaco.

La costituzione poteva essere subito attuata con una determina simile a quella del C.O.C. Da allora nulla abbiamo saputo. Si può dedurre, da ciò, che due sono le cose o il segretario non ha messo a conoscenza il sindaco della telefonata o si è agito in mala fede. Comunque, a prescindere per educazione e per rispetto istituzionale avevamo diritto ad avere una risposta.

Hanno preferito fare da soli perché conveniva così
e hanno anche operato male e affrettatamente come “la gatta che per andare di fretta partorì i figli ciechi.”
Noi abbiamo sottolineato che la maggioranza ha gestito personalmente la situazione di emergenza, di competenza esclusiva dei servizi sociali e degli LSU e che alcuni amministratori si sono recati personalmente a domicilio di alcuni cittadini a consegnare i pacchi e i bonus alimentari invece di limitarsi al loro compito istituzionale che è solo di controllo.

Ringraziamo anche noi i numerosi benefattori fra i quali non figurate voi. Non avete donato neppure un euro della vostra indennità di carica. Infine fuori dal Comune era sempre presente qualcuno di voi (fra cui tu) e qualche estraneo all’Ente comunale pronti a registrare i nomi dei cittadini, noncuranti dell’assembramento vietato e pericoloso che si veniva a creare per il mancato rispetto del distanziamento sociale.

Noi abbiamo ritenuto opportuno, caro consigliere, riportare nel precedente comunicato solo le nostre considerazioni e lamentele pervenuteci da moltissimi cittadini. Per il resto, ognuno è responsabile del proprio operato.

I Consiglieri
Lucia Maisto
Maria Rosaria Golia
Katia Magliulo
Luigi Sabatino
Lucio Santarpia

  • buono-spesa

Comments are closed.