Blitz di carabinieri e vigili, chiuso il circolo ‘Maxi Club’

Ordinata la cessazione immediata dell’attività: niente agibilità dei locali, gazebo abusivo e pericoli nei locali

Bitz di carabinieri e polizia municipale all’interno del circolo ‘Maxi Club’ di via Allende. Dopo i controlli l’ufficio Suap del Comune di Frignano, guidato dal dirigente Nicola Massimo, ha firmato l’ordinanza che prevede la cessazione “ad horas” dell’attività. In pratica deve chiudere immediatamente. Dagli accertamenti dei carabinieri e dei vigili urbani infatti è emerso che ci sono delle difformità tra quanto trovato nei locali e quanto invece previsto nel permesso di costruire. Praticamente nel circolo ci doveva essere un solo ambiente destinato a locale commerciale mentre dai controlli è emerso che sono state realizzate delle tramezzature. E poi è emerso che è stato realizzato un gazebo di circa 35 mq.

Ma non è solo questo. Nell’ordinanza si legge che “mancano le più elementari norme di sicurezza. L’impianto elettrico presenta enormi carenze, in molti punti si vedono cavi volanti, le prese non risultano a norma, infatti molte di esse si presentano fuori dalle apposite cassette e appese a fili senza alcuna protezione“. E poi i locali sono “sprovvisti di agibilità“.

Per questo motivo al presidente del circolo è stato ordinato di cessare subito l’attività (con la possibilità però comunque di presentare ricorso al Tar o al Presidente della Repubblica) mentre ai coniugi proprietari dell’immobile è stata ordinata la demolizione di tutte le opere abusive, tra le quali anche il gazebo fuori al circolo.