La PRO. LAV. S.r.l. ed il Consorzio Conpat s.c. a r.l. non hanno assolutamente perso la causa civile svoltasi innanzi al tribunale di Napoli Nord e con riferimento ai lavori alla Scuola media Luca tozzi la PRO. LAV. S.r.l. ed il Consorzio CONPAT s.c. a r.l. hanno avuto, per adesso, un accoglimento parziale delle loro domande.

Il giudice dando ragione a noi ha riconosciuto che il Comune deve anzitutto ancora darci ben 67.000,00 euro e ci ha anche riconosciuto gli interessi di mora su tale somma, che ad oggi ammontano a ben 20.000,00 euro. Rendo noto che il Comune di FRIGNANO riteneva di non dover più versare un euro a noi ditta esecutrice.

Il medesimo Comune anzi aveva nella stessa suddetta causa chiesto al giudice di condannare noi ditta esecutrice ad un risarcimento danni pari, sempre a loro dire, ad oltre cinquecentomila euro. Ebbene il giudice ha rigettato in toto questa richiesta del Comune, accertando e riconoscendo che noi ditta esecutrice avevamo fatto i lavori a regola d’arte. Non riesco a capire quindi come possono dichiarare di aver vinto la causa quando tutte le loro domande formulate nella causa stessa sono state tutte rigettate.
Il Consorzio Conpat e la PRO. LAV. hanno vinto un prima battaglia con questa sentenza.

In appello insisteremo per vederci riconosciuto anche il risarcimento ai danni, già conteggiati dal CTU (Consulente Tecnico d’Ufficio) nominato in questo giudizio di primo grado.
Preciso infine che il Comune di Frignano è stato condannato a pagare anche le spese delle due CTU che si sono avute per questo giudizio, dovendo in più pagare anche le spese legali del suo avvocato.

Non riesco a comprendere quindi come il Comune stesso possa dichiarare di essere uscito vittorioso da questa causa.
Ne è uscito già in buona parte sconfitto, questo è certo.