Frignano: Max Inchiesta la Procura indaga su un giro criminale di produzione e distribuzione di marche da bollo false

La maxi inchiesta su un giro criminale di produzione e distribuzione di marche da bollo false

Sei arrestati e 101 indagati complessivi. Sono i numeri incredibili della maxi inchiesta della Procura di Napoli su un giro di marche da bollo false o ‘ricondizionate’, un business che coinvolgeva avvocati e titolari di scuole guida tra le province di Caserta, Napoli, Avellino e Roma.

A finire in manette i membri di una banda criminale responsabile di falsificazione, introduzione sul territorio dello Stato, detenzione e messa in circolazione di banconote e valori bollati falsi e truffa aggravata ai danni dello Stato. L’inchiesta “Il rosso”, avviata nell’ottobre 2016, ha messo nel mirino un gruppo specializzato nella produzione e distribuzione di valori bollati e banconote false, tramite un canale di commercializzazione che comprendeva il Tar di Napoli, gli uffici giudiziari, il Pubblico Registro Automobilistico e la Motorizzazione delle province di Napoli e Caserta. La Procura di Napoli ha già chiesto il rinvio a giudizio per i 101 indagati per i membri dell’organizzazione.

Nella maxi inchiesta sono indagati avvocati di Villa Literno, Santa Maria Capua Vetere, Aversa, Castel Volturno, Sant’Arpino, Frignano, Trentola Ducenta, Cesa, San Cipriano d’Aversa, Marcianise, Gricignano d’Aversa, Casapesenna, Recale, San Marcellino, Caserta.

Fonte: CasertaNews

  • carabinieri-marche-da-bollo-false

Comments are closed.