Ormai manca pochissimo a uno degli eventi più attesi di tutto il 2021.
Il 26 maggio la luna sarà la protagonista di un doppio spettacolo
.
Sarà la superluna più grande dell’anno e sarà…anche di sangue. Nulla di macabro: è un’eclissi totale.

Nota anche come luna dei fiori, la luna piena di maggio quest’anno sarà accompagnata da due particolarità. Essa si troverà a soli 357.462 km dalla Terra, la distanza minima dell’anno. Di conseguenza, la vedremo leggermente più grande del solito. Con un buon binocolo o un piccolo telescopio, meteo permettendo, potremo ammirarne anche i crateri. La seconda è l’eclissi totale.

La luna di sangue
Un evento che da secoli è circondato da suggestioni e da un alone di mistero. La luna di sangue non è altro che l’eclissi totale di luna. Un fenomeno affascinante che avviene quando la Terra si trova esattamente tra la Luna e il Sole. In quel momento, il cono d’ombra del nostro pianeta oscura la luna. Ed è quello che accadrà alla superluna del 26 maggio prossimo.

Purtroppo dall’Italia non vedremo l’eclissi totale. Essa infatti potrà essere ammirata solo da alcune zone dell’Asia, dell’Australia e dell’America del Nord e del Sud.

Sarà però possibile vederla in streaming. Prima di ammirare dal vivo la meraviglia della Superluna, dunque, occhi puntati sullo schermo la mattina del 26 maggio, in particolare:

Inizio eclisse penombrale: h 10:47
Inizio eclisse parziale: h 11.44
Inizio eclisse totale: h 13:11
Massimo eclisse: h 13:18
Fine dell’eclisse totale: h 13:25
Fine dell’eclisse parziale: h 14:52
Fine dell’eclisse penombrale: h 15:49

Perché la luna diventa rosso sangue
Durante un’eclissi totale di luna accade qualcosa di spettacolare. Come dicevamo, la luna è completamente coperta dall’ombra della Terra. Allo stesso tempo, un po’di luce delle albe e dei tramonti terrestri (sul disco del pianeta) ricadono sulla superficie della luna. Poiché le onde luminose sono allungate, sembrano rosse.

Quanto rossa possa apparire la luna può dipendere dalla quantità di inquinamento, dalla copertura nuvolosa o da detriti presenti nell’atmosfera. Ad esempio, se un’eclissi si verifica poco dopo un’eruzione vulcanica, le particelle nell’atmosfera faranno sembrare la luna più scura del solito.

Curiosità.
Anche se il nostro sistema solare è ricco di pianeti e lune, solo la Terra è abbastanza fortunata da sperimentare le eclissi lunari perché la sua ombra è abbastanza grande da coprire completamente la luna.