Eccoci di nuovo, come sempre a fare chiarezza, purtroppo finchè si condividono stupidagini questo succede, si butta fango sull’amministrazione comunale senza nessuna fondatezza.

Ma come disse cippolo… per fortuna qualcuno guarda anche dentro!
Testate giornalistiche pilotate, amici giornalisti chiamati a fare cortesie e tutto per raccontare una montagna di fatti a caso.

La cosa che ci spaventa di più e che nessuno come noi, si è messo al telefono per verificare come davvero stanno le cose! 

Appena appresa la notizia, abbiamo subito come nostra abitudine avviato le dovute indagini del caso e siamo arrivati dopo un giro di telefonate tra Vincenzo Mastroianni, Lucio Santarpia e Giuseppe Seguino a…

COME STANNO DAVVERO LE COSE:

Qualcuno in totale forma ANONIMA segnala a chi di dovere che: L’incompatibilità ex art 61, comma 1bis del D.Lgs. 267/000 e dovuta ad UN PARENTE DI SECONDO GRADO “FRATELLO” DI SANTARPIA amministratore della società GE.TE.T. “servizio di tesoreria” Servizio che fu assegnato a tale società da un bando di concorso dall’ex amministrazione Piatto e rinnovata di nuovo in periodo di commissariamento.

Da questa segnalazione vengono nell’immediato avviate le indagini e viene messa a conoscenza la segretaria Dott.ssa Renata Gallucci che convocata dai Carabinieri, apprende la notizia di IPOTESTI DI INCOMPATIBILITA’ TUTTA DA VERIFICARE.

Immediatamente la minoranza chiede chiarezza, convondando il Consiglio Comunale al quale Lucio Santarpia si dice subito disponibile nel convocarlo a breve. “Nel mentre si attende ancora il nuovo segretario prenda posto al comune”

Visto? A volte e cosi semplice specificare come stanno davvero le cose, senza nemmeno dover condividere e far passare le persone per quelle che non sono.

BASTA CHIEDERE AI DIRETTI INTERESSATI!

Luca Marino
Blogger di Frignano News