In riferimento alla proposta di confronto pubblico posta in essere dalla lista “Adesso Noi”, in forma unilaterale, senza il coordinamento con i responsabili delle altre liste, lo stesso confronto è da ritenersi non rispettoso dei principi di collaborazione e dialogo, quali elementi cardine di una sana e corretta politica.

Sarebbe stato opportuno, innanzitutto, scegliere insieme, in una forma realmente super partes, il moderatore del confronto. Oltretutto, gli argomenti oggetto del confronto, quali “lo stato delle casse dell’ente ed i contenziosi”, sono stati già chiariti durante i comizi elettorali, dunque si incorrerebbe in un ripetersi di tematiche.

Per quanto sopra, riteniamo che questo ultimo scorcio di campagna elettorale debba essere impiegato concentrandosi sul programma elettorale che ogni lista ha deciso di presentare alla cittadinanza.

AGGIORNAMENTO

Con preciso riferimento all’incontro che verteva su “casse comunali e contenziosi”, Orgoglio Civico ribadisce che, come ha già illustrato attraverso gli interventi del candidato consigliere Mastroianni , le casse comunali non sono vuote e i contenziosi, relativamente a Fingestim e alla questione IACP, sono di facile risoluzione e non di grossa entità, come già ampiamente dimostrato.

Non c’è dissesto finanziario, come dichiarato dai commissari prefettizi, quale organo di controllo di tutto l’apparato finanziario. L’attuale situazione debitoria è solo virtuale, la quale diminuisce di giorno in giorno con l’entrata di liquidità proveniente dal pagamento dei tributi, attraverso la procedura di riscossione da parte di Equitalia. Inoltre, i contenziosi sono l’arma che ha utilizzato il comune per difendere pretese illegittime e non oneste.