20 Aprile 2024

Frignano Scandalo immobiliare, frode da milioni di euro, sei arresti e 77 indagati.

Truffa multimilionaria scoperta nell’Agro Aversano: sei arresti e 77 indagati

Un’operazione delle fiamme gialle di Aversa, sotto la direzione della Procura di Napoli Nord, ha portato all’arresto di sei persone e all’indagine di altre 77, con beni per 16 milioni di euro sequestrati e crediti d’imposta fittizi per 48 milioni sigillati. Gli inquirenti affermano che, grazie agli incentivi del “Decreto Rilancio“, alcune persone coinvolte nell’inchiesta sarebbero riuscite a cedere a Poste Italiane crediti di imposta per un totale di 130 milioni di euro.

Gli arrestati sono Gennaro Chianese di Frignano, Salvatore Conte di San Marcellino, Mariarca Lacamera di San Giorgio a Cremano, Nicola Cortese e Italo Toscano della provincia di Salerno, e Giovanni Di Maio di Torre Annunziata. I reati contestati agli indagati includono associazione a delinquere, truffa per ottenere erogazioni pubbliche e autoriciclaggio.

L’indagine ha rivelato un sistema di circa 50 società “cartiere”, che avrebbero dichiarato falsamente di eseguire lavori di riqualificazione energetica e rifacimento di facciate di edifici residenziali in diverse regioni italiane. Queste dichiarazioni false erano necessarie per ottenere detrazioni fiscali e accumulare crediti di imposta cedibili. I crediti sono stati ceduti a Poste Italiane in cambio di diversi milioni di euro, e il denaro sarebbe stato fatto sparire attraverso soggetti e società compiacenti, alcune delle quali con sede in altri paesi europei o in Cina.

La Procura ha dichiarato che l’operazione ha interrotto un flusso criminale di considerevoli dimensioni economiche, impedendo ulteriori danni all’erario dello Stato e assicurando alla giustizia i responsabili e il profitto del reato.