Guerra ai furbetti della raccolta differenziata: L’idea di un sindaco italiano fa il giro del web

Guerra ai furbetti della raccolta differenziata. L’idea (geniale) di un sindaco italiano fa il giro del web (e il pieno di consensi). Ecco cosa si è inventato per smascherare chi getta i rifiuti per strada.

Tempi duri per i pirati seriali del sacchetto, ovvero i cittadini che, in barba alle leggi e alla raccolta differenziata, gettano i rifiuti in giro per le strade. Soprattutto per chi abita a Olbia. Il sindaco Settimo Nizzi ha deciso di smascherarli attraverso multe più salate (500 euro), denunce alla procura della Repubblica per inquinamento e, soprattutto, camion vela, manifesti e pagine sui quotidiani con i volti (oscurati, nel rispetto della privacy). La nuova campagna pubblicitaria, firmata dal Comune e dalla De Vizia (la società incaricata della raccolta differenziata dei rifiuti) dal titolo “Ripresi con le mani nel sacco” è diventata virale in poche ore e ha già dato i suoi frutti. In questi giorni un camion vela, con numerose foto dei trasgressori colti sul fatto .

E non è mancata nemmeno l’eclatante testo dello spot: “La scorrettezza di uno nelle tasche di tutti”. Il camion ha attraversato la città sarda mettendo alla berlina i trasgressori.

‘Durante la stagione estiva – ha detto il sindaco Settimo Nizzi a La Nuova Sardegna – abbiamo svolto una serie di accertamenti e appostamenti, anche con la collaborazione della polizia locale, e abbiamo beccato tante persone che si liberavano dei rifiuti per le strade. Li abbiamo filmati, identificati e denunciati. Abbiamo quindi deciso di continuare in questa direzione cercando però di essere più aggressivi perché il problema è diventato veramente serio.

‘Mi auguro dunque che gli incivili, – ha ribadito – rivedendosi su un manifesto o su un camion vela mentre hanno gettato via un sacchetto, possano smetterla una volta per tutte. Con l’auspicio, nello stesso tempo, di bloccare prima che sia troppo tardi chi avesse intenzione di fare altrettanto. Lo ripeto: le multe sono salate e i responsabili verranno denunciati”.

Ancora: ”Rendere Olbia una città sempre più pulita è uno degli obiettivi primari di questa amministrazione. Oltre a potenziare il servizio di raccolta, – ha concluso il primo cittadino della città sarda – è partita adesso questa campagna di sensibilizzazione per rendere i cittadini sempre più partecipi, oltre che più consapevoli”.

  • 15aacamion3
  • 15aacamion2

Comments are closed.