Scuole Medie Raccolta Fondi Ass. C.A.L.T.

La mattinata della redazione Frignano News, come da voi segnalatoci nella giornata di ieri, avete ricevuto un sacchetto per la raccolta di beneficenza a casa, portato direttamente dai vostri figli delle scuole medie ed elementari.

Ecco come abbiamo indagato sull’operato della C.A.L.T. (Centro Assistenza Lotta ai Tumori) Abbiamo assistito alla raccolta dei fondi recuperati dalle buste, abbiamo supervisionato la procedura di conta dei soldi e abbiamo documentato i permessi per operare in questo delicato settore delle ONLUS e associazioni volontariato.

I soldi accumulati dalle offerte sono stati contati in presenza di maestre, alunni e noi della redazione. La cifra, ammonta a: 290 euro nelle scuole elementari e 123 euro nelle scuole medie.

Abbiamo parlato con il responsabile della raccolta Fondi Antonio Savio, il quale ci ha spiegato che solo a Frignano operano con 5 ammalati tra cui 2 di Leucemia.

In Allegato, potrete visualizzare la documentazione dei permessi di operatività e le ricevute rilasciate all’istituto.

Esiste ancora qualche associazione che opera legalmente, se volete contattare i responsabili della CALT. recatevi sul loro sito e troverete tutti i numeri di telefono e reperibilità. Chiedete pure di Antonio Savio.

www.calt.it/index.htm

La C.A.L.T. nasce nel 1989, attivandosi con una serie di iniziative di solidarietà finalizzate alla cura e alla prevenzione dei tumori, mettendo a disposizione della Divisione di Oncologia dell’A.O.R.N. “A. Cardarelli” di Napoli una serie di importantissime apparecchiature, tra cui, una camera sterile con la quale l’Ospedale “A.Cardarelli” fu in grado di effettuare il primo trapianto di midollo osseo del Meridione.

La C.A.L.T. completò la sua opera donando, nel 1995, l’intero complesso sterile, composto da altre 6 camere.

Alla fine del 1995, l’allora Direttore Generale dell’A.O.R.N. “A. Cardarelli” di Napoli, Dottor Salvatore Moriello, propose alla C.A.L.T. di attivare un Servizio di cccompagnamento gratuito per i pazienti con difficoltà a seguire i cicli di chemioterapia, per problemi fisici o di anzianità o semplicemente, perché sprovvisti di un mezzo di trasporto idoneo a permettergli l’autonomia necessaria .
Così, di lì a poco nasce il Servizio di accompagnamento, operativo in modo solido ed efficace già nell’anno 1996, esteso nell’anno successivo anche alla Fondazione “Pascale”.

Nel periodo a cavallo tra il 1998 e il 1999, viene inserito anche il trasporto per radioterapia sia all’ospedale “Pascale” che al II Policlinico. Nel 2000, l’intervento viene esteso a tutti gli altri ospedali e ai Centri convenzionati con le ASL territoriali.
Negli anni 2001/2002, la C.A.L.T. impegna il proprio servizio di accompagnamento anche per ciò che riguarda la diagnostica, le visite specialistiche e gli esami clinici

Dal 2000 è attivo il Servizio di Assistenza Sociale e di Tutorato per il paziente neoplastico oltre ad un Servizio di Informazione Oncologica specifico per ogni fascia d’età, realizzato nelle strutture scolastiche, con la collaborazione di medici specialisti della materia.

Dal 2006 la C.A.L.T. è presente, con i suoi servizi, anche sul territorio dell’Asl Ce/2.

  • logocalthome
  • WP_001127
  • raccolta_calt_2
  • raccolta_calt_1
  • locandina_sensibilizzazione
  • documento_calt_permesso

Comments are closed.